Home arrow Notizie arrow Studenti della scuola tekove katu, hanno aiutato a ricostruire le loro case a famiglie del Isoso
Studenti della scuola tekove katu, hanno aiutato a ricostruire le loro case a famiglie del Isoso PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabrizio   
venerdì 28 giugno 2019


 

 

ESTUDIANTES DE LA ESCUELA TEKOVE KATU, AYUDARON A RECONSTRUIR SUS VIVIENDAS A FAMILIAS DEL ISOSO

 

Después de que hace 3 meses, varias familias perdieron sus casas y sembradíos en la zona del Isoso, en el departamento de Santa Cruz, debido a las fuertes lluvias y riadas, les llegó finalmente la ayuda, pero no de alguna instancia gubernamental, sino más de bien de jóvenes estudiantes de la Escuela de Salud del Chaco Tekove Katu, que se pusieron manos a la obra para ayudar a algunas familias a reconstruir sus viviendas, aunque con los escasos materiales que hay en la zona (tabique y barro), ya que no se contó con ayuda de ladrillos, ni tejas o calaminas como se hubiera querido.

Fueron 16 alumnos del segundo y tercer año de la carrera de Salud Ambiental, de la Escuela Tekove Katu, que durante dos semanas estuvieron en la comunidad de Yapiroa, trabajando en la reconstrucción de 13 viviendas, donde el ochenta por ciento de las familias perdieron sus casitas, sus ropas, sus cultivos y sus animalitos.

La iniciativa surgió inicialmente del Convenio de salud, que en coordinación con el sacerdote jesuita Rafael García Mora de la parroquia de Charagua, el Padre Alberto y CIPCA – Centro de Investigación y Promoción del Campesinado, contribuyeron en la logística y la alimentación, después se unió el Instituto Agropecuario Tarema Icua de San Antonio del Parapetí y los jóvenes del Colegio Secundario de la comunidad, para también ayudar a reconstruir las viviendas.

La zona del Isoso en la Región Chaqueña, es muy precaria, en todos los aspectos, tanto en salud, educación, vivienda, agua, caminos, etc. y aunque después de los desastres naturales ocurridos en marzo y abril de este año, el municipio de Charagua fue declarado en emergencia, hasta ahora no ha llegado ninguna ayuda ni del gobierno municipal, departamental, ni nacional, para estas familias que lo han perdido todo.






Studenti della scuola tekove katu, hanno aiutato a ricostruire le loro case a famiglie del Isoso


Circa 3 mesi fa, diverse famiglie hanno perso le loro case e piantagioni nella zona del Isoso, nel dipartimento di Santa Cruz, a causa delle forti piogge e alluvioni, è arrivato finalmente l'aiuto, ma non di qualche istanza governativa, gli aiuti sono stati portati dai giovani studenti della scuola di salute del chaco Tekove katu, che si sono messi all'opera per aiutare alcune famiglie a ricostruire le loro case, anche se con i scarsi materiali che vi sono nella zona (in particolare fango), anche se ci sarebbe voluto dei mattoni, tegole e carta catramata.

Sono stati 16 alunni del secondo e terzo anno del corso di salute ambientale, della scuola tekove katu, che per due settimane hanno lavorato nella piccola comunità di Yapiroa, lavorando per la ricostruzione di 13 case, dove l'ottanta per cento delle famiglie hanno perso le loro casette, i loro vestiti, le loro colture e i loro animaletti:

L' iniziativa è nata inizialmente dalla “convenzione di salute”, che in coordinamento con il sacerdote gesuita Rafael García Mora della parrocchia di charagua, Padre Alberto e cipca - centro di ricerca e promozione del contadini, hanno contribuito alla logistica e all'alimentazione, dopo si è unito L' Istituto agricolo tarema icua di San Antonio del parapetí e i giovani del collegio secondario della comunità, che anche loro hanno portato il loro contributo alla ricostruzione.

La zona del Isoso nella regione chaqueña, è molto precaria, in tutti gli aspetti, sia nel campo sanitario , educazione, alloggio, acqua, strade, ecc. E anche se dopo i disastri naturali avvenuti a marzo e aprile di quest'anno, il comune di charagua è stato dichiarato in emergenza,va detto altresì che fino ad ora non è arrivato nessun aiuto né del governo comunale, dipartimentale, né nazionale, per queste famiglie che hanno perso tutto .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Un grazie agli stidenti della Scuola Tekove-Katu

 

 

 

 

 


Ultimo aggiornamento ( venerdì 28 giugno 2019 )
 
Pros. >